dott. Davide Boifava, psicologo a Milano

La psicoanalisi si propone di restituire alla parola il suo potere curativo. Il mio approccio vede il soggetto protagonista del proprio percorso, aiutando ad affrontare sintomi come ansia, umore depresso, somatizzazioni, crisi relazionali ed esistenziali. L’obiettivo del percorso psicologico è sostenere la realizzazione del proprio desiderio, accompagnando nella comprensione dei sintomi e nella costruzione di una nuova narrazione della propria storia da punti di vista inediti. Un percorso ad orientamento psicoanalitico mira non solo a migliorare il proprio benessere, ma anche ad avvicinarsi alla scoperta della propria verità.

Come funziona la psicoanalisi?

Oggi, la sofferenza psichica è spesso vista come una mancanza di adattamento alla realtà, ma la psicoanalisi dimostra che la sofferenza psichica è in realtà un eccesso di adattamento. Questo percorso permette di esplorare le profondità della propria psiche, ricercando conflitti e dinamiche inconsce che possono influenzare la propria quotidianità. Il processo psicoanalitico si basa sull’analisi delle identificazioni che nella vita hanno costituito il proprio Io e la propria personalità.

Attraverso il ricordo e la messa in parola è possibile prendere consapevolezza delle influenze del passato e di come queste possano aver condizionato il presente. Attraverso la parola e l’ascolto, lo psicologo accompagna il soggetto nell’attraversare le identificazioni, che irrigidendosi, possono limitarne il suo potenziale. Questo attraversamento può favorire un profondo cambiamento interiore, rivedendo la propria storia da una prospettiva inedita e potendo così realizzare il proprio desiderio inconscio.

Cosa offre la psicoanalisi?

Il risultato finale di un percorso psicoanalitico è una maggiore comprensione di . Si può imparare a riconoscere cosa ci piace e cosa non ci piace, cosa amiamo e cosa odiamo, cosa ci attrae e cosa ci respinge. La psicoanalisi aiuta ad affrontare ed elaborare i cambiamenti della vita, assumendosi la responsabilità soggettiva del proprio desiderio.

Dott. Davide Boifava – psicologo a Milano

Sono il Dott. Davide Boifava, psicologo orientato dalla psicoanalisi che offre consulenze in studio nella zona dei Navigli, a sud di Milano.

Sono iscritto nella sezione A dell’Albo professionale dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia con il numero 24057 dal 15/04/2021

Aree di competenza come psicologo a Milano

Ansia e angoscia

Il sintomo ansioso e d’angoscia è una manifestazione comune di disagio emotivo che può influenzare significativamente la qualità della vita di una persona. L’ansia e l’angoscia sono collegate a desideri rimossi o inaccessibili che possono manifestarsi attraverso sintomi d’angoscia, paura indefinita, inquietudine ed ansia, e funzionano come una sorta di compromesso tra la parte conscia e inconscia della mente. Il trattamento, attraverso l’apertura del proprio discorso e il mio ascolto, mira ad esplorare i significati nascosti dietro questi sintomi.

L’obiettivo è quello di rendere più consapevoli i desideri inconsci che si nascondono dietro l’ansia e l’angoscia, consentendo di sviluppare una maggiore comprensione dei tuoi sintomi e la scoperta della propria verità.

Inadeguatezza e pressione sociale

La sensazione di inadeguatezza dovuta a pressione sociale è un’esperienza comune può avere un impatto significativo sulla salute mentale e sul benessere di una persona. Le aspettative sociali, i valori culturali e le norme dominanti possono esercitare una forte influenza sul modo in cui ci si percepisce e ci si giudica, portando a un sentimento di frustrazione ed inadeguatezza.

Nel percorso psicoanalitico il trattamento dell’inadeguatezza e della pressione sociale è orientato alla comprensione delle dinamiche inconsce, formatesi nell’arco di una vita e spinte dall’esterno, che hanno alimentato aspettative discordanti rispetto i propri desideri soggettivi.

Attraverso l’analisi del discorso e dei significati sottostanti alle esperienze di inadeguatezza e pressione sociale è possibile rielaborare le identificazione formatesi nell’arco della vita e avvicinarsi a una prospettiva più libera e autentica al proprio desiderio.

Crisi esistenziale

La crisi esistenziale è un momento di profonda riflessione, disorientamento e ricerca di significato sulla propria vita. Può essere scatenata da eventi significativi come la perdita di senso in rapporto alla separazione da qualcuno o qualcosa, il cambiamento di carriera o di un ruolo, la fine di una relazione o un’insoddisfazione generale verso la propria esistenza.

Nel percorso psicologico, la crisi esistenziale si affronta attraverso l’analisi delle dinamiche inconsce che influenzano la percezione di sé e la ricerca di significato.

Attraverso l’ascolto attivo e l’apertura del discorso, il soggetto può esplorare ed analizzare le questioni esistenziali che lo tormentano ricercando i conflitti interni che possono esserne all’origine. L’analisi del discorso e la ricerca dei significati sottostanti alle esperienze di crisi esistenziale orientano l’individuazione dei desideri inconsci che possono guidare le scelte e le azioni del soggetto.

Attraverso questo processo di scoperta e narrazione, il soggetto può sviluppare una nuova prospettiva sulla propria vita.